Serbia

Alessandro_Pasut_2Serbia
A Belgrado per l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

L’Ente Statistico Serbo ha pubblicato i dati relativi al 2018, che confermano un notevole aumento degli scambi commerciali tra Italia e Serbia, superando per la prima volta quota 4 miliardi di euro. L’Italia è per la Serbia il secondo mercato commerciale, mentre è al primo posto come destinazione delle merci esportate dalla Serbia. L’export italiano in Serbia è aumentato del 4,5%.
In Serbia l’Italia è rappresentata da circa 600 aziende, che hanno investito capitali per quasi 3 miliardi di euro.
Partendo da questa realtà la Piccola Industria ha promosso un convegno a Belgrado, che ha visto la partecipazione di Confindustria Trento, Confindustria Serbia e Banca Intesa Beograd, rivolto a tutte le aziende italiane interessate ad operare sul territorio serbo.
Hanno aderito 27 imprenditori, piccoli e medi, che sono stati selezionati in base alla corrispondenza tra il prodotto offerto e la domanda del mercato serbo. I settori merceologici rappresentati sono stati vari: il tessile, l’alimentare, la logistica, l’ingegneria, la cosmetica ed il settore energetico.
Il ruolo di Piccola Industria è quello di supportare l’imprenditore soprattutto nella fase iniziale di avvio dell’attività, mentre Banca Intesa Beograd mette a disposizione tutti gli strumenti finanziari necessari.
Il convegno ha evidenziato che il settore energetico, nello specifico le rinnovabili, è quello che presenta le migliori prospettive.

 

(Fonte: Ansa.it)

Contattate Alessandro Pasut e se siete interessati ad investire in Serbia,

cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *