Croazia

Alessandro PasutCroazia.

La Commissione Europea ha pubblicato la previsione intermedia sui livelli annuali del PIL. Per quanto riguarda la Croazia la previsione di crescita del PIL per l’anno in corso sarà del 2,7% e per l’anno prossimo, in lieve decrescita, del 2,6%. Questo ribasso è da imputare alla previsione di un rallentamento nello scambio commerciale con i due principali partner della Croazia, cioè la Germania e l’Italia. Si prevede anche un aumento del disavanzo commerciale, che vede le esportazioni di beni crescere di meno rispetto alle importazioni. La moderata inflazione, il miglioramento del mercato del lavoro, condizioni di finanziamento migliori hanno reso il consumo privato e gli investimenti privati il principale fattore di crescita economica della Croazia.

Nel 2018, secondo il Dipartimento di Statistica, l’interscambio tra Croazia e Italia è aumentato del 10,5% rispetto al 2017, registrando il superamento di 5 miliardi di euro. L’Italia ha esportato in Croazia beni per un valore oltre ai 3 miliardi, mentre ha importato dalla Croazia beni per un valore oltre ai 2 miliardi di euro, registrando un saldo commerciale a suo favore.
I principali partner commerciali della Croazia sono: la Germania, l’Italia, la Slovenia, l’Austria e l’Ungheria. L’Italia è invece al primo posto per quanto riguarda l’esportazione di beni dalla Croazia.

(Fonte: Ambasciata d’Italia, Zagabria)

 

Contattate Alessandro Pasut e se siete interessati ad investire in Croazia,

cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *