Bulgaria, Slovenia

Alessandro PasutBulgaria
Le compagnie aeree low-cost Ryanair e Wizzard dal 2016 hanno aumentato la loro presenza presso l’aeroporto internazionale “Vrazhdebna”: Ryanair connette Sofia con 18 destinazioni europee, Wizzard ha ritoccato al ribasso le tariffe ed aumentato le rotte e questo ha portato ad un aumento del 22% del traffico aereo rispetto all’anno precedente; il flusso dei passeggeri è sia in entrata che in uscita.

La capitale, che fino a prima dell’entrata della Bulgaria nell’Unione Europea, era sconosciuta ai più, ora gode di particolare interesse soprattutto da parte dei giovani, attratti dai prezzi convenienti e dall’idea di andare alla scoperta di una meta esotica.
L’Amministrazione dovrà impegnarsi a costruire in fretta una struttura in grado di soddisfare le richieste e le esigenze del turista europeo: e si va dall’offerta di hotel confortevoli, buoni ristoranti, vita notturna vivace, guide turistiche fino alla creazione di app per smartphone per permettere al turista di vivere in autonomia la città. L’impegno dovrà essere rivolto alla ricerca di ulteriori tipologie di turisti e questo boom dovrà portare necessariamente all’attuazione di una strategia di mercato per ridefinire il ruolo della capitale, sotto il profilo economico, all’interno dell’area europea.
(Fonte: B.C.)

Slovenia
Dal gennaio 2015, data dell’acquisto di un impianto per la lavorazione e produzione di materiale in gomma per il comparto medico, presso il distretto di Lonstroff in Svizzera, la giapponese Sumitomo Rubber Industries ha sviluppato ulteriormente la propria produzione e ha deciso di aprire una filiale in Slovenia, che comporterà un investimento di più di 30 milioni di euro e darà lavoro a 200 persone. La nuova fabbrica entrerà in funzione nel 2019.
(Fonte: A.N.)

Contattate Alessandro Pasut e se siete interessati a lavorare in Bulgaria e Slovenia, cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *