Costa Rica

Alessandro PasutCosta Rica
E’ sempre più facile raggiungere il Costa Rica dall’Europa: fino a due anni fa solo la compagnia spagnola Iberia offriva un volo diretto a San José da Madrid, ora altre cinque compagnie offrono voli diretti e tra queste l’ultima è la compagnia olandese KLM con voli in partenza da Amsterdam; è un grande vantaggio, perché prima era necessario passare per gli Stati Uniti, che richiedevano un visto. Ovviamente la concorrenza ha portato ad un ridimensionamento delle tariffe e così il mercato si è allargato a più persone, prima riservato quasi esclusivamente a viaggi d’affari.
Uruguay
Secondo i dati pubblicati dalla BCU, nel 2016 l’economia uruguayana è cresciuta dell’1,5% e per l’anno in corso il PIL sarò nuovamente in crescita. Da sottolineare che il 2016 è stato il 14mo anno consecutivo di crescita, anche se non costante, ma il dato più interessante è che il Paese si è allontanato da Argentina e Brasile, che hanno avuto un PIL in pericolosa caduta: quello dell’Argentina del 2,3%, quello del Brasile del 3,6%.
Cile
Ad oggi nessun Paese dell’America Latina fa parte del progetto Eureka: una rete europea di ricerca che sostiene, attraverso finanziamenti mirati, aziende che operano nella ricerca e nello sviluppo; entro fine Giugno il Cile diventerà membro ufficiale della Rete Eureka e sarà quindi il primo Paese dell’America Latina a farne parte.
L’annuncio in conferenza stampa del Ministro dell’Economia, Sviluppo e Turismo, che ha precisato che Eureka potrà finanziare ogni anno circa 30 studi di innovazione presentati dal gruppi cileni. Per innovare bisogna dispore di adeguate infrastrutture, che necessitano di stanziamenti pubblici. Attraverso questa Rete, formata da 41 Paesi, il Cile conta di scalare la classifica mondiale dell’innovazione, dove, ad oggi, occupa la 46ma posizione su 127.
Perù
Il Ministro dell’Energia e delle Miniere ha annunciato che in autunno verrà indetta una gara per l’assegnazione di due sistemi di trasmissione di energia di 500 Kw; i due progetti prevedono un investimento di 500 milioni di dollari e riguardano il perfezionamento della distribuzione nel centro del Paese, la ridistribuzione del surplus prodotto, la modernizzazione della rete di distribuzione in regioni periferiche.
Ecuador
L’Ecuador ha investito 10 miliardi di dollari nel settore delle rinnovabili per la produzione di energia elettrica, ed ha raggiunto l’obiettivo prefissato di ridurre drasticamente la dispersione energetica e l’aumento delle prestazioni nell’uso dell’energia. La Segreteria Nazionale per la Pianificazione ha dichiarato che 40 miliardi di dollari sono stati spesi in infrastrutture per supportare progetti in settori strategici, sfruttando le risorse idroelettriche del Paese. Il segretario dell’Organización Latinoamericana de Energía è convinto che l’attuale situazione economica dell’Ecuador sia particolarmente conveniente per gli imprenditori stranieri interessati ad investire nel Paese.

(Fonte: www.ITL.org)

Contattate Alessandro Pasut e se siete interessati ad investire in Costa Rica o nei Paesi dell’America Latina, cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *