Area Mediterranea

Alessandro PasutTunisia
Dal 12 al 16 ottobre si terrà al Porto di Gammarth la prima edizione dello “Yacht Med Festival” con la presenza di oltre 100 espositori provenienti dall’Italia, dalla Tunisia e da tutta l’area del Mediterraneo. Il focus sarà rappresentato dal mondo della nautica, ma anche la portualità turistica, la pesca, lo sport e l’agroalimentare. Si terranno convegni internazionali, seminari e workshop, ma anche concerti, sfilate di moda e degustazione di prodotti tipici italiani, in particolare laziali, e tunisini. L’obiettivo è di consolidare la collaborazione già esistente tra l’Italia e la Tunisia, e di aprire a tutto il nord Africa, con particolare attenzione all’Algeria.
Qatar
Il Qatar è sempre di più impegnato a sviluppare il settore turistico, a far crescere le presenze straniere e a rendere Doha una destinazione turistica a livello mondiale. Muovendosi in tal senso, il Ministro dell’Interno con la Qatar Tourism Authority e la Qatar Airways hanno promosso nuove procedure, più efficienti e trasparenti, per l’ottenimento del visto turistico. A breve saranno pubblicate le nuove norme con i dettagli relativi.

Marocco
La “Atlas Fabrication” e la “Tanger Shoes” in rappresentanza di “Maroc Export” hanno partecipato alla scorsa edizione, dal 3 al 6 settembre, del “Micam” di Milano, fiera del settore calzaturiero che si tiene due volte l’anno. A questo evento hanno partecipato 1400 aziende provenienti da tutto il mondo. In Marocco il settore calzaturiero impiega circa 20000 lavoratori e garantisce un giro d’affari di 4 bilioni di dirham.

Marocco
Tangeri si conferma protagonista nel settore delle energie rinnovabili; a conferma, nei prossimi mesi una importante multinazionale statunitense avvierà una fabbrica di cellule e pannelli solari a strato sottile, che darà lavoro a 600 persone, con un giro d’affari di 2 miliardi di dirham. Contemporaneamente anche una fabbrica tedesca sta avviando uno stabilimento per la produzione di pale eoliche. Per entrambe risulta di grande aiuto l’aspetto logistico dell’area portuale di Tangeri.
Emirati Arabi Uniti

E’ stata approvata la creazione di un comitato per valutare la possibile fusione tra la seconda e la terza banca per importanza degli Emirati Arabi Uniti. Questa notizia ha suscitato alcune perplessità, perché la National Bank of Abu Dhabi è specializzata nel settore pubblico, mentre la First Gulf Bank è più indirizzata verso il settore privato. Un’eventuale fusione vedrebbe la nascita del più grande gruppo bancario degli EAU.

(Fonte: Ansa/ICE)

Contattate Alessandro Pasut e se desiderate aprire una società in un Paese dell’Area Mediterranea, cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *