Investire in Slovacchia e Polonia

Alessandro PasutSlovacchia
Nuove assunzioni. Nei settori immobiliare, assicurativo e finanza si respira ottimismo e circa il 20% delle imprese ha dichiarato che assumerà nei prossimi mesi nuovo personale. L’unico settore in crisi pare essere quello manifatturiero, dove a breve non c’è spazio per l’inserimento di nuova forza lavoro. Questa analisi, pubblicata da una agenzia dedicata alla selezione di personale, approfondisce anche l’aspetto relativo al territorio, che rileva nella Slovacchia occidentale la presenza del 18 % di imprese in espansione, mentre in Slovacchia centrale solo il 7% delle imprese dichiara di avere necessità di assumere nuovo personale.
Perù
Semplificazione fiscale

L’occasione è stata offerta dalla cinquantesima edizione dell’Assemblea generale del Centro Interamericano delle Amministrazioni Tributarie tenutasi recentemente a Città del Messico.Il Perù ha deciso di aderire al protocollo d’intesa, firmato dai rappresentanti di America, Europa, Africa e Asia, con questi obiettivi:
-legittimare i sistemi tributari;
-garantire una equità sociale e tributaria, anche attraverso il superamento di ogni forma di frode;
– sviluppare strumenti telematici sempre più semplici e di facile accesso, con programmi di assistenza ai contribuenti e servizi di controllo preventivi;
-mettere on-line non solo il modello dichiarativo precompilato, ma anche la proposta di rateizzazione del debito o la richiesta di rimborso.

Slovacchia
Oggi investire in Slovacchia nel settore immobiliare pare sia un ottimo affare! Un rappresentante della NDS ha dichiarato che i prezzi degli immobili non sono equiparati alle reali possibilità di acquisto della gente. Negli ultimi dieci anni, periodo di crisi generale, il prezzo degli immobili è continuato a scendere, mentre ultimamente si è visto un aumento costante del reddito; gli istituti di credito concedono facilmente mutui sugli immobili, che vengono rilasciati a tassi decisamente bassi, e gli addebiti per il rimborso anticipato delle rate sono all’1%.
Polonia
La regione Malopolska , con capitale Cracovia, è nota per la sua concreta politica di sostegno alle piccole e medie imprese. La regione usufruisce dei fondi europei ed è diventata una delle regioni della Polonia con la più forte crescita economica: negli ultimi otto anni il Pil è aumentato del 30 per cento. Nel Parco Tecnologico di Cracovia, attraverso un serio appoggio tecnico ed alla promozione di molti eventi a tema, sono cresciute almeno sessanta start-up. Qui molti giovani imprenditori provenienti da diverse parti del mondo si incontrano per creare nuove imprese: la parola d’ordine è “innovare”!
Arabia Saudita
Il governo dell’Arabia Saudita ha dato il via al “Progetto di trasformazione nazionale” con l’obiettivo di promuovere 500 mila nuove assunzioni nel settore privato, ridurre drasticamente le spese relative agli stipendi pubblici, aumentare i profitti derivanti da attività non correlate al petrolio, introdurre Iva e accise su fumo e tabacco, privatizzare, almeno in parte, la società di desalinizzazione delle acque, ricercare nuovi partner a cui affidare la gestione delle attività relative all’energia. E’ stato ribadito che i cittadini sauditi continueranno a non versare tasse sui redditi.

Contattate Alessandro Pasut e se siete interessati ad investire in Slovacchia e Polonia, cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *