Interscambio commerciale Italo-Slovacco

Alessandro PasutSlovacchia

Gli scambi commerciali tra Italia e Slovacchia risultano essere in positivo, infatti nel 2015 le esportazioni slovacche verso l’Italia ammontano a circa 3.000 milioni di Euro, con un aumento del 2,8%. La Slovacchia ha importato dall’Italia merce per un valore di circa 2.100 milioni, con un aumento del 4,6%. In linea con il recente passato, la bilancia commerciale a favore della Slovacchia per 900 milioni di euro, in lieve diminuzione rispetto all’anno precedente.
Il nostro Paese risulta all’ottavo posto come Paese cliente e fornitore della Slovacchia.
Molte piccole e medie imprese italiane, circa 700, operano in Slovacchia.

Slovacchia

La Slovacchia, nel 2015 ha importato le seguenti categorie di merce: macchinari e veicoli, beni di consumo, prodotti industriali, prodotti chimici, combustibili, prodotti alimentari, materie prime, bevande, oli e grassi, con una diminuzione, rispetto all’anno precedente, del 20,0%.
La Slovacchia ha esportato: macchinari e veicoli, beni di consumo, prodotti industriali, prodotti chimici, i combustibili, prodotti alimentari e materie prime, con una diminuzione di circa il 3,5%.

Polonia

La Polonia, nel 2014, ha importato dall’Italia (suo quarto fornitore estero) macchine, impianti meccanici e caldaie, ghisa, materie plastiche e caucciù, prodotti alimentari, in particolare frutta e noci, bevande alcoliche, analcoliche ed aceto. Sempre trainante l’importazione di abbigliamento, calzature ed accessori, abbigliamento in maglia ed accessori, calzature. Tali importazioni si sono attestate sui 37 miliardi di PLN.

Kosovo

Su raccomandazione dell’Unione Europea, il governo del Kosovo ha istituito il Comitato per gli Investimenti Nazionali, che ha di recente adottato il Programma di Strategia 2015-2018.
Il Kosovo ha dato il via, dietro suggerimento dell’Unione Europea, ad una serie di progetti infrastrutturali, per i quali non sono ancora stati stanziati tutti i fondi necessari. Tali progetti riguardano il settore dei trasporti, il settore dell’energia, il settore dell’ambiente.

Ad esempio, la riqualificazione della ferrovia che attraversa il Kosovo da nord a sud, Serbia-Macedonia; il rinnovo della linea ferroviaria Pristina-Peja; la costruzione di una linea ferroviaria Pristina-Aeroporto; la costruzione di circa 70 km di autostrada, verso il confine est; la costruzione di una nuova autostrada, per collegare Pristina a Merdare.

Lituania

Il deficit della bilancia commerciale lituana si è ridotto, arrivando a 348,4 mln (era di 592,7 mln nel Q1 2015). Lo scambio commerciale della Lituania è rivolto soprattutto ai Paesi dell’Unione Europea, in minor parte verso il resto del mondo, ciononostante le esportazioni della Lituania verso i Paesi extra UE sono aumentate dell’1,6%, per un volume pari a 5,2 mld/Euro, mentre le importazioni hanno mostrato un decremento del -3%, raggiungendo quota 5,6 mld/Euro.

Contattate Alessandro Pasut e se siete interessati all’Interscambio Commerciale Italo-Slovacco, cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *