Ungheria, Repubblica Ceca, Romania e Macedonia: infrastrutture, redditi, energia ed ecologia

Alessandro PasutUngheria
Infrastrutture. E’ iniziata la realizzazione di un polo intermodale annesso all’aeroporto di Debrecen. L’investimento, di 3 miliardi di fiorini (circa 10,2 milioni di euro), favorirà il trasporto merci e lo sviluppo del traffico dei viaggiatori. Il progetto ha ottenuto una sovvenzione di 1,5 miliardi di fiorini (circa 5,1 milioni di euro) nell’ambito del Nuovo Piano Széchenyi. Grazie all’investimento potrà ripartire il trasporto merci sulla linea ferroviaria Debrecen-Nagykereki. L’investimento si concluderà prevedibilmente a breve.

Repubblica Ceca
Redditi manageriali. Secondo un’indagine condotta dalla Camera di commercio ceco-tedesca, i salari dei dipendenti e dei dirigenti delle società internazionali che operano nella Repubblica Ceca sono cresciuti ad un ritmo più lento rispetto agli anni precedenti aumentando del 4,2%. I salari più alti sono pagati a persone che sono in possesso di lauree in settori tecnici ed agli esperti IT. Dall’indagine è anche emersa che le società internazionali hanno a volte difficoltà a trovare personale sufficientemente qualificato.

Romania
Settore energetico. La società di consulenza Ernst & Young ha condotto un’indagine sugli investimenti nel settore dell’energia da fonti rinnovabili dalla quale è risultato che la Romania occupa il 13° posto fra i 40 paesi esaminati per quanto riguarda l’attrattività degli investimenti, attestandosi prima di paesi come Polonia, Turchia, Spagna ed Austria. Per quanto riguarda l’energia eolica, la Romania occupa persino il 10° posto. La società di consulenza prevede anche un aumento degli investimenti nel settore dell’energia solare.
Infrastrutture. La Compagnia Nazionale Strade e Autostrade ha indetto una nuova gara di appalto per la costruzione del tratto di autostrada Comarnic-Brasov lungo 58 chilometri. Il contratto del valore di circa 1,2 miliardi di euro è stato aggiudicato due volte in precedenza, nel 2004 e nel 2010, ma senza alcun esito per quanto riguarda l’implementazione effettiva del progetto. Tra gli offerenti interessati all’aggiudicazione del contratto è una società italiana, che attualmente svolge i lavori per la costruzione dell’autostrada Orastie-Sibiu ed ha presentato un’offerta insieme ad un’altra azienda.

Macedonia
Settore ecologico. Il comune di Prilep ha annunciato due bandi per la costruzione di un impianto di trattamento dei rifiuti, che dovrebbe essere situato all’interno della discarica di Alinci. I bandi si riferiscono alla costruzione di una sala per la selezione dei rifiuti e dell’impianto per il trattamento dei rifiuti. La durata della costruzione dovrebbe essere di 12 mesi. È previsto il trattamento di circa 150 tonnellate di rifiuti al giorno e la selezione di circa 20 materiali diversi.

Contatta Alessandro Pasut e se desiderate trasferire la vostra società in Romania, Repubblica Ceca o Macedonia o Ungheria cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *