Ungheria, Repubblica Ceca, Slovenia e Romania: trasporti, fallimenti ed imposte

Alessandro PasutUngheria

Trasporti: la società di trasporti BKK di Budapest ha annunciato la pubblicazione di un bando per l’acquisto di 16 ”midi-bus” per il distretto del Castello a Buda. L’investimento è pari a 2,2 miliardi di fiorini, circa 7,3 milioni di euro. Nei giorni scorsi una società italiana aveva dato l’avvio al test del suo autobus elettrico nel Comune del Castello di Buda.

Repubblica Ceca

Fallimenti: secondo gli ultimi dati comunicati dall’Ufficio ceco crediti (CRIF) i fallimenti delle società commerciali hanno segnato un calo: hanno fatto bancarotta 93 società commerciali e 383 imprese individuali. In aumento invece in entrambi i casi le proposte di fallimento: sono state depositate 342 proposte riguardanti le società commerciali e 562 riguardanti le imprese individuali. In complesso negli ultimi dodici mesi sono fallite 1360 società commerciali e 3740 imprese individuali. Il maggior tasso di fallimenti di società commerciali è stato registrato a Praga con un incremento di più un terzo

Imposte: il Senato della Repubblica Ceca ha bocciato il pacchetto fiscale discusso in parlamento che rientrava tra le cosiddette norme attuative del Nuovo Codice Civile. Oltre alla norma sull’abolizione della tassa sui dividendi, è stata respinta anche la norma sulla tassazione delle transazioni immobiliari che ha previsto il trasferimento dell’obbligo di pagamento della tassa dal venditore al compratore. Infine il Senato ha bocciato anche la possibilità di dedurre i costi collegati ai tirocini degli studenti nelle aziende.

Slovenia

Settore alimentare: le latterie Agroind Vipava sono state acquistate da un noto produttore italiano, di cui non è ancora noto il nome. Uno dei prodotti delle latterie è il formaggio Nanos, che ha ottenuto il marchio di denominazione di origine controllata (DOC), riconosciuto a livello internazionale. La futura produzione sarà specializzata in formaggi, escluso il latte fresco.

Romania

Settore energetico: Enel Distributie Muntenia ha inaugurato una linea elettrica sotterranea nel sud di Bucarest. Si tratta di una parte di un progetto che prevede investimenti pari a 3 milioni di euro.

Contatta Alessandro Pasut e se desiderate delocalizzare in Ungheria, Repubblica Ceca, Slovenia o Romania cliccate qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *