Bulgaria e Ungheria, investimenti diretti e Iva

BULGARIA

Investimenti diretti. La Banca centrale bulgara (BNB) ha comunicato i dati provvisori sugli investimenti diretti esteri effettuati nel paese nel periodo gennaio-ottobre 2013. I flussi di investimento in provenienza dall’estero sono stati di 1.053,7 milioni di euro, contro i 1.847,1 milioni nello stesso periodo del 2012. L’equity capital attratto, comprendente le partecipazioni societarie e le transazioni nel settore immobiliare, ammonta a 721,3 milioni di euro, registrando un calo di 97,2 milioni rispetto ai primi dieci mesi del 2012. In flessione anche gli utili reinvestiti: 123,8 milioni di euro rispetto a 130,3 milioni nello stesso periodo del 2012. Le principali provenienze sono state i Paesi Bassi (646,6 milioni di euro) e la Germania (188,8 milioni).

UNGHERIA

IVA. La Corte di giustizia dell’Unione europea ha rilasciato una sentenza affermando che la legislazione ungherese in materia di IVA va oltre quanto necessario per impedire l’evasione dell’imposta quando non concede l’esenzione ad esportatori soltanto perché non hanno osservato una scadenza.

Per avere una consulenza da Alessandro Pasut sugli investimenti diretti in Bulgaria e Ungheria clicca qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *