Albania, Repubblica Ceca e Slovacchia: investimenti e imposte

Alessandro PasutALBANIA

Investimenti. Durante un incontro con l’Associazione degli Investitori Stranieri in Albania (FIAA), il Premier ha dichiarato che ha in programma una serie di iniziative nell’ambito fiscale e accordi a favore degli investimenti produttivi. Secondo la notizia lanciata dalla rete televisiva SCAN, a breve ci sarà anche un accordo con la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS), con lo scopo di sostenere gli investimenti stranieri. Si è evidenziato che ormai in Albania è attivo anche il Consiglio Economico Nazionale, il quale garantisce un contatto diretto tra il governo e le imprese. Le varie discussioni nell’ambito del suddetto Consiglio serviranno per la redazione dei provvedimenti legislativi necessari per l’ulteriore miglioramento del clima del business.

REPUBBLICA CECA 

Imposte. Le autorità fiscali ceche vantano nei confronti dei contribuenti dei crediti per un valore complessivo di 148,9 miliardi di corone. Di questo importo di crediti fiscali più di 96,5 miliardi sono riconducibili all’imposta sul valore aggiunto, mentre la seconda tassa meno pagata è l’imposta sul reddito delle persone giuridiche. In questo caso le autorità fiscali detengono dei crediti per 21,2 miliardi di corone. La terza tassa, che più incide sull’ammontare dei crediti fiscali, è la tassa sul reddito delle persone fiscali-imprese individuali (12,3 miliardi di corone). L’ammontare dei crediti fiscali è aumentato nel 2013 di 14,2 miliardi di corone.

SLOVACCHIA

Investimenti. Nel 2013 l’agenzia statale FDI SARIO ha completato 18 progetti di investimento, con un ricavo totale di  442 milioni di euro. I risultati sono all’incirca al livello del 2012. Con i guadagni dell’anno scorso, otto investitori costruirono nuove centrali, mentre il resto sarà impegnato per le operazioni in corso.

Per ricevere una consulenza da Alessandro Pasut sulla delocalizzazione degli investimenti in Albania, Repubblica Ceca e Slovacchia clicca qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *