Albania, Slovenia e Serbia: tribunale amministrativo ed investimenti stranieri

Alessandro PasutALBANIA
Tribunale amministrativo. È stata avviata l’attività del tribunale amministrativo in Albania, le cui competenze riguarderanno la risoluzione delle controversie amministrative. Il nuovo tribunale dovrebbe garantire maggiore giustizia. La legge che regola il funzionamento dei tribunali amministrativi prevede processi più veloci (non più di 10 giorni dalla data di presentazione del ricorso) e tempi ben definiti per l’appello relativo all’esame delle varie questioni.

Infrastrutture. Il Ministro Albanese delle Finanze ed il rappresentante permanente della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo in Albania hanno siglato l’Accordo di Sovvenzione nel quadro dei Fondi IPA 2010/2011 per il finanziamento del progetto delle strade regionali e locali. Il fondo ammonta a 34.068.750,00 euro. Il Programma delle Strade Regionali e Locali prevede la riabilitazione di 1.000-4.000 km di strade.

SLOVENIA
Il Governo sloveno ha approvato la proposta della nuova legge sulla tassazione dei beni immobili, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Nazionale. La proposta prevede una tassa sulle case abitate pari allo 0,15% della base imponibile, che corrisponde all’85% del valore dell’immobile, mentre sulle case non abitate pari allo 0,5% della base imponibile. Per le case del valore superiore di 500.000 euro, l’imposta aumenta di 0,25 punti percentuali. Per uffici ed immobili industriali l’aliquota è dello 0,75%, per gli edifici energetici dello 0,4%. Per gli edifici agricoli si pagherebbe lo 0,3%, per altri uffici pubblici lo 0,5%, per le foreste lo 0,07% e per i terreni agricoli lo 0,15%.

SERBIA
Investimenti stranieri. Il Direttore dell’Agenzia per la Promozione degli Investimenti e delle Esportazioni (SIEPA) ha dichiarato che per il 2014 si attende lo stesso livello di investimenti esteri di quello raggiunto nell’anno precedente e cioè circa 1 miliardo di euro. La Serbia ha però bisogno di almeno 1,5 miliardi di investimenti stranieri all’anno. La SIEPA sta lavorando per attirare nuovi progetti. Per ora il maggior interesse degli investitori stranieri è diretto al settore dell’industria automobilistica. Per quanto riguarda gli ostacoli all’impegno da parte di investitori stranieri si è menzionata la legge sulla programmazione e sulle costruzioni nonché il diritto del lavoro.

Contatta Alessandro Pasut se desideri maggiori informazioni sul trasferimento società in Albania, Slovenia o Serbia >> clicca qui!

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *