Slovenia e Montenegro: modifiche alle leggi, progetti infrastrutturali e settore energetico

Alessandro PasutSLOVENIA

L’Assemblea nazionale ha approvato la modifica alla Legge sulla prevenzione del riciclaggio del denaro, limitando i pagamenti in contanti a 5.000 euro (contro i precedenti 15.000 euro). I pagamenti per beni e servizi sopra questa soglia potranno essere effettuati solo attraverso istituzioni finanziarie autorizzate. Il Governo sostiene che la modifica legislativa consentirà una migliore supervisione dei flussi di cassa delle singole imprese e faciliterà le indagini sull’origine dei beni illecitamente acquisiti ed il loro eventuale futuro confisco. Secondo il Segretario di Stato presso il Ministero delle Finanze, il cambiamento non dovrebbe creare alcun onere amministrativo supplementare alle operazioni di persone giuridiche e fisiche.

MONTENEGRO

Progetti infrastrutturali. Il Governo ha adottato il piano per gli investimenti destinati alla manutenzione e ricostruzione delle strade dell’ammontare pari a 52,96 milioni di euro. Nel 2014 11,8 milioni di euro saranno destinati al risanamento delle strade, 1 milione di euro alla costruzione delle corsie lente nelle località Kuside e Slijepac most-Lepenac. Continueranno, inoltre, le attività di espropriazione dei terreni in preparazione della costruzione dell’autostrada Bar-Boljare.

Settore energetico. In base ad uno studio preliminare eseguito nella località di Pljevlja si prevede la realizzazione di sette mini centrali idro-elettriche sul fiume Cehotina. Il valore stimato del progetto ammonta a circa 370 milioni di euro. Sono state, inoltre, individuate due località con maggior potenziale di sfruttamento idrico per le mini-centrali Gradac e Mekote.

Contatta Alessandro Pasut  per una consulenza su come aprire società in Slovenia e Montenergo >> clicca qui

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *