Investire in Albania, Montenegro e Bosnia Erzegovina

Alessandro PasutALBANIA

Investimenti stranieri. Secondo quanto reso noto dalla Banca centrale albanese, nel terzo trimestre del 2013 gli investimenti diretti esteri hanno registrato una forte crescita nell’ordine del 61% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nell’arco temporale considerato l’ammontare degli investimenti diretti esteri è stato pari a 266 milioni di euro. Sempre secondo la Banca centrale, nei primi 9 mesi del 2013 gli investimenti diretti esteri hanno raggiunto il valore di 712 milioni di euro, con un incremento del 27% rispetto al periodo gennaio-settembre dell’anno precedente.

MONTENEGRO

Investimenti. Il Ministero delle Finanze del Montenegro sta preparando un nuovo pacchetto di misure di incentivazione per attrarre investimenti nel nord del Paese e nei comuni di Cetinje e Niksic. Sono in via di preparazione nuovi atti normativi che regoleranno gli incentivi sotto forma di esenzione dal pagamento delle tasse sul profitto e redditi delle persone fisiche per cinque anni per imprese neo-costituite, ovvero due anni per ogni persona neo-assunta, fino al tetto massimo di 200.000 euro, inclusi i benefit ed eventuali finanziamenti statali. Gli incentivi non sono previsti per il settore legato al commercio, ristorazione, pesca e la produzione di acciaio.

BOSNIA ERZEGOVINA

Zone franche. Secondo la Direzione sulle imposte indirette della Federazione della Bosnia Erzegovina nel paese sono attive quattro zone franche: “Holc” d.o.o. a Puracic, “Vogosca” d.o.o. a Vogosca, “Visoko” d.o.o. a Visoko e “Hercegovina” d.o.o. a Mostar. Secondo l’indicatore che rapporta il valore dei beni esportati al valore dei beni prodotti nella zona, il miglior risultato è stato registrato dalla “Vogosca” d.o.o., la cui intera produzione è stata esportata. La zona franca “Holc” d.o.o. ha esportato il 99,65% della sua produzione, mentre “Visoko” d.o.o. il 99,1%.

Per ricevere una consulenza da Alessandro Pasut su come investire in Albania, Montenegro e Bosnia Erzegovina clicca qui.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *