Romania: l’imposta sul reddito delle persone giuridiche

L’esenzione dal pagamento dell’imposta non è concessa per la vendita e/o il trasferimento di quote di partecipazione detenute in una società romena da parte di un contribuente residente in un paese che non ha stipulato un accordo contro la doppia imposizione con la Romania.
Le disposizioni della legislazione comunitaria in materia di ritenuta alla fonte sono anche applicabili ai pagamenti effettuati tra la Romania e paesi che hanno stipulato accordi con l’Unione Europea contenenti disposizioni simili.

Nei casi in cui un pagatore trattiene un ammontare di imposta superiore a quanto effettivamente dovuto, tali importi sono rimborsati dal pagatore su richiesta del contribuente presentata entro la scadenza prevista.
Il pagatore del reddito non ha l’obbligo di presentare una dichiarazione correttiva oltre il rimborso dell’imposta trattenuta. Il pagatore del reddito può compensare gli importi rimborsati con obblighi fiscali della stessa natura.

Presentazione della dichiarazione dei redditi di cittadini di un altro paese comunitario. E’ stato introdotto un nuovo obbligo per i pagatori di rediti che riguarda la presentazione della dichiarazione dei redditi pagati a beneficiari residenti in un paese membro dell’UE e l’obbligo dei residenti in altri paesi membri di dichiarare tutto il rispettivo reddito da beni immobili registrati in Romania.
Prima di presentare le dichiarazioni dei redditi alle autorità fiscali i contribuenti hanno la possibilità di farle autenticare da commercialisti registrati nell’albo dei commercialisti. Secondo le regole vigenti l’autenticazione della dichiarazione del reddito può essere effettuata con o senza riserve.

Regole speciali per il rimborso IVA. Secondo le nuove regole i rimborsi IVA avvengono con un controllo fiscale successivo soltanto quando l’importo dell’IVA è inferiore a 45.000 lei. Questa regola tuttavia non si applica ai casi in cui il contribuente ha commesso atti che rappresentano reati o se, sulla base dell’informazione disponibile, l’autorità fiscale ritiene che esista un rischio di rimborso non giustificato.

Per ricevere maggiori informazioni da Alessandro Pasut sull’imposta sul reddito delle persone giuridiche in Romania  clicca qui.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *