Austria: nuove regole per le s.r.l.

Le nuove regole per le società a responsabilità limitata sono entrate in vigore il 1° luglio 2013. La modifica più importante riguarda la riduzione del capitale sociale minimo per le nuove costituzioni da 35.000 a 10.000 euro, di cui solo la metà deve essere conferita in denaro. La seconda metà può consistere in conferimenti di natura.

Se il contratto presentato al notaio soddisfa i requisiti legali vigenti in materia di contenuto e se la nuova srl è costituita da una persona fisica, le rispettive spese, che passano da attualmente circa 1100 a circa 600 euro, si riducono ulteriormente.

Le nuove regole comportano anche modifiche alla gestione della società. Già in passato gli amministratori erano tenuti a convocare un’assemblea generale nei casi in cui sulla base delle scritture contabili risultava la perdita di metà del capitale sociale. A partire dal 1° luglio l’assemblea deve essere convocata, anche se la quota del patrimonio netto calcolata sulla base del bilancio scende al di sotto dell’8% e il periodo presunto di estinzione del debito supera 15 anni. Le delibere prese dall’assemblea straordinaria dovranno essere comunicate al tribunale del registro delle imprese.

I soci di maggioranza (più del 50%) sono inoltre obbligati a presentare una domanda di apertura della procedura dell’insolvenza nei casi in cui occorre e la società non ha un amministratore. Tale procedura è molto onerosa in quanto è richiesta una delibera dei soci per la modifica dell’atto costitutivo, un’iscrizione presso il tribunale del registro delle imprese nonché una notifica dei creditori.

L’imposta minima sul reddito delle persone giuridiche, che ammonta al 5% del capitale sociale, si riduce da 1.750 a 500 euro all’anno. Per le srl esistenti tale cambiamento entra in vigore il 1° gennaio 2014. L’aliquota dell’imposta sul reddito delle persone giuridiche rimane al 25% degli utili. E’ possibile effettuare un conguaglio con gli importi di imposta minima corrisposti in anni precedenti.

Alessandro Pasut 4Indipendentemente dal fatturato, anche la srl a capitale sociale ridotto è obbligata ad applicare il metodo della doppia partita alla contabilità.

Per avere da Alessandro Pasut una consulenza economica clicca qui.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *