Belgio: deduzione degli interessi virtuali

A partire dall’anno imponibile 2013 il tasso della deduzione degli interessi virtuali (NID) non potrà più superare il 3% (3,5% per le PMI). Siccome la redditività media dei buoni di tesoro con scadenza 10 anni (OLO) per il 2011 è stata superiore al 3%, è questo il tasso che si applica nell’anno imponibile 2013.

Inoltre è stata eliminata la possibilità del riporto a nuovo nei sette esercizi successivi della NID eccessiva che non si è potuti dedurre per mancanza di utili imponibili. Secondo una regola transitoria tuttavia il totale della NID portata a nuovo il 31 dicembre 2011 o alla fine dell’esercizio imponibile potrà essere portato a nuovo e dedotto dagli utili nei successivi 7 esercizi. L’importo della deduzione di ciascun esercizio è tuttavia limitato. Per il reddito superiore a 1 milione di euro, l’importo della deduzione per la parte che supera tale soglia è limitato al 60%.

Importi che non potevano essere dedotti a seguito di questa limitazione possono essere dedotti dagli utili di periodi successivi anche al di là dei 7 esercizi successivi. Mentre tutte queste regole si applicano a partire dall’anno imponibile 2013, la legge prevede anche una misura anti-abusiva per quanto riguarda la loro entrata in vigore. Le modifiche effettuate a partire dal 28 novembre 2011 fino alla data di riferimento della chiusura dei conti non avranno alcun effetto per quanto riguarda l’applicazione delle misure.

Per avere una consulenza da Alessandro Pasut sull’economia internazionale clicca qui.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *