Bulgaria: le Direttive IVA prevalgono sulle norme di legislazione nazionale se in contrasto con la legislazione comunitaria

La Corte ha anche stabilito che i contribuenti possono contare sul fatto che le Direttive IVA prevalgono sulle norme della legislazione nazionale quando le medesime sono in contrasto con la legislazione comunitaria. Se ambedue le parti correlate hanno il diritto alla piena deduzione dell’IVA versata a monte, le corti nazionali non devono applicare il vecchio articolo della legge sull’IVA incompatibile con la Direttiva IVA.

Dato che la sentenza non contiene alcun limite temporale, nei casi dell’adeguamento dell’IVA al valore di mercato nelle operazioni tra parti correlate, i contribuenti possono basare la loro difesa davanti alle corti nazionali sulla sentenza della Corte europea, anche se queste transazioni hanno avuto luogo in anni precedenti, ma non prima del 2007.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *