Bulgaria: sentenza la Corte costituzionale riguardo l’imposta sul turismo

Nella sua sentenza la Corte costituzionale bulgara ha condiviso gli argomenti dei ricorrenti dichiarando che deve essere tassato il numero dei pernottamenti e che l’imposta minima calcolata sul 30% del tasso di occupazione trasforma l’imposta in un’imposta patrimoniale.

Questa situazione è in contraddizione con la Costituzione che impone una netta separazione tra imposte sul reddito ed imposte sul patrimonio. I giudici si sono riferiti anche ad una sentenza risalente al 1996 quando aveva già stabilito l’impossibilità di combinare questi due tipi di imposte.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *