Austria: notifica dei pagamenti esteri

Le imprese e gli enti, inclusi le associazioni, le fondazioni e gli enti pubblici, hanno l’obbligo di notificare determinati pagamenti versati all’estero per servizi resi in Austria dopo il 30 dicembre 2010 che superano la soglia di 100.000 euro.

Tale obbligo di notifica per servizi resi in Austria ai sensi dell’art. 22 della Legge sulle imposte sul reddito si riferisce per esempio a stipendi e compensazioni pagati a soci-amministratori che detengono quote superiori al 25% in una società, a presidenti del consiglio d’amministrazione di fondazioni ed a liberi professionisti. L’obbligo include anche le attività di mediazione svolte da contribuenti soggetti all’obbligo fiscale illimitato nonché la consulenza commerciale o tecnica fornita in Austria.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *