Belgio: imposte comunali sul reddito da attività mobiliare

Imposte sul reddito. In Belgio nel 2010 la Corte di Giustizia europea ha emesso una sentenza sull’incompatibilità dell’imposta comunale supplementare gravante sul reddito da attività mobiliare di fonte estera con la libertà di movimento dei capitali.

La trattenuta alla fonte belga senza l’imposta comunale supplementare è attualmente operata se un residente belga riceve reddito da attività mobiliare di fonte belga o di fonte estero attraverso un intermediario belga. In questo caso il contribuente non ha l’obbligo di includere questo reddito nella dichiarazione dei redditi.

Se tuttavia un residente belga riceve un reddito di fonte estera senza l’intervento di un intermediario belga, non è operata la trattenuta alla fonte belga e il reddito è soggetto ad un’aliquota fissa, che corrisponde all’aliquota della ritenuta alla fonte, e anche all’imposta comunale supplementare. La modifica adesso proposta provvede alla soppressione di questa imposta sul reddito da attività mobiliare percepito all’interno dello SEE.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *