Romania: decreto sull’accertamento fiscale

In Romania l’Agenzia nazionale per l’amministrazione fiscale (ANAF) ha emanato un decreto in relazione all’accertamento fiscale da parte delle autorità in caso di inadempimento dei contribuenti in relazione a obblighi fiscali nell’ambito dell’autoaccertamento o della ritenuta alla fonte dell’imposta. La procedura dell’accertamento per inadempimento in relazione agli obblighi fiscali di cui sopra viene eseguita per ogni obbligo fiscale e per ogni periodo imponibile per il quale non sono state presentate dichiarazioni dei redditi.

L’accertamento delle imposte per inadempimento viene effettuato dal dipartimento dell’autorità fiscale responsabile della gestione delle dichiarazioni dei redditi, nell’ambito del periodo di prescrizione, ma non riguarda i periodi di ispezioni fiscali.

Secondo la procedura, i contribuenti che non hanno soddisfatto i loro obblighi, saranno notificati della mancata presentazione delle dichiarazioni del reddito entro le scadenze stabilite dalla legge. Se non adempiono i loro obblighi entro 20 giorni, l’accertamento delle imposte per inadempienza sarà avviato. Per gli obblighi vigenti in materia di IVA è prevista una procedura a parte.

Le autorità fiscali verificheranno per ogni contribuente inadempiente e per ogni imposta, tassa o contributo, se si è in presenza di almeno quattro dichiarazioni per il periodo in esame. Il periodo in esame copre gli ultimi 24 mesi per quanto riguarda gli obblighi fiscali mensili, e 36 mesi per gli obblighi fiscali trimestrali e semestrali.

 

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *