Austria, regole più severe per la nomina dei consulenti delle fondazioni

Due sentenze della Corte Suprema del 2010 hanno avuto come conseguenza l’introduzione di regole più severe per limitare l’intervento di fondatori e beneficiari e per imporre restrizioni alla scelta dei consulenti ed alla loro nomina al consiglio di amministrazione della fondazione.

Ciò nonostante finora non ha avuto luogo il temuto ritiro dei capitali delle fondazioni anche perché in caso di scioglimento è dovuta l’imposta sul reddito da capitale del 25%.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *