Repubblica Ceca: firmato l’accordo con la Cina contro la doppia imposizione

In maggio è stato firmato l’accordo contro la doppia imposizione stipulato tra la Repubblica Ceca e la Cina. L’accordo entrerà in vigore il 1° gennaio 2012 e sostituirà l’accordo precedente del 1988. E’ stato anche firmato un accordo contro la doppia imposizione con il Bahrain.

Settore automobilistico. Nello stabilimento Irisbus Iveco di Vysoke Myto saranno prodotti i 110 autobus CrossWay che l’azienda italiana ha venduto in Estonia per 18,86 milioni di euro. L’accordo prevede la consegna di 52 macchine entro fine 2011, mentre gli altri 58 veicoli saranno consegnati entro fine ottobre 2012.

Settore petrolifero. Eni Česká republika s.r.o. è entrata per la prima volta nella lista dei dieci principali società ceche per volume di fatturato, avendo totalizzato nel 2010 la cifra complessiva di quasi 1,9 miliardi di euro. Questo risultato ha portato l’Eni ad essere classificato al decimo posto nella consueta graduatoria riepilogativa del Czech Top 100. La compagnia italiana, che nel 2009 si era classificata al 13° posto con un fatturato di 1,4 miliardi di euro, opera nella Repubblica Ceca dal 1991, dove gestisce 124 distributori ed è proprietaria di una quota che supera il 32% di Česká rafinérská.

Settore bancario. E’ stato ceduto il 100% di Banco Popolare Ceska Republika a seguito dell’ottenimento delle autorizzazioni da parte della Banca Nazionale Ceca. L’intero capitale sociale è stato ceduto ad una società controllata da Fondi di Private Equity gestiti da AnaCap Financial Partners LLP, ad un prezzo pari a circa 48 milioni di euro. L’istituto sarà rinominato Equa bank e dovrebbe cominciare a operare con il nuovo marchio entro la fine di quest’anno.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *