Le imposte in Repubblica Ceca

In un intervento televisivo, il Ministro delle Finanze ceco Miroslav Kalousek ha dichiarato che dopo la riforma fiscale l’onere tributario dovrebbe scendere dal 35% al 33%. Entro il 2013 il Ministro si propone l’introduzione di modifiche delle aliquote e della determinazione dell’imposta sul reddito nonché l’unificazione dell’IVA. Il Ministro ha tuttavia escluso che già nel 2011 possano aver luogo riduzioni delle aliquote. Una parte della riforma prevede la cancellazione del cosiddetto reddito superlordo soggetto ad un’aliquota del 15% e l’introduzione di un’aliquota calcolata sul reddito lordo. Il Governo intende anche annullare la maggior parte delle esenzioni fiscali. L’imposta sul reddito delle persone fisiche rimarrà al 19%. Per quanto riguarda l’IVA, secondo i piani del Governo l’aliquota più bassa del 10% dovrebbe passare al 14% nel 2012 e nel 2013 dovrebbe essere applicata un’aliquota unica del 20%.

Settore edile. La società italiana FIM Group ha concluso le opere di ristrutturazione effettuata nel palazzo in stile Liberty sulla Pařížska ulice di Praga, che offre al primo piano più di 1.700 metri quadri di uffici di altissima qualità mentre al piano terra si trovano negozi di lusso. I lavori sono costati 72 milioni di corone (circa 2,9 milioni di Euro. Il gruppo ha anche un progetto di ristrutturazione e ricostruzione di un palazzo sulla via Soukenicka ulice. FIM Group prevede di spendere a Praga, per attuali e futuri progetti, di 61 milioni di euro.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *