Croazia – Diritto del lavoro e retribuzioni

Diritto del lavoro. Il Governo ha proposto una modifica al diritto del lavoro che sostanzialmente consentirebbe un aumento delle ore di lavoro settimanali. L’orario potrebbe essere esteso a 60 ore a condizione del consenso dato per iscritto da parte del dipendente.

Retribuzioni. Dai dati pubblicati dall’Istituto di statistica croato emerge che in febbraio lo stipendio medio netto è ammontato a 5.242 kune (ca. 718,02 euro), il che rappresenta un calo dell’1,9% rispetto al mese di gennaio del 2011. Lo stipendio medio lordo è ammontato a 7.483 kune (ca. 1025,06 euro), il che rappresenta un calo di 155 kune (ca. 21,23 euro), cioè il 2% in meno rispetto al mese di gennaio.

Infrastrutture. Il progetto ”Adriatic Port Community” (APC) è stato avviato recentemente a Venezia. Il progetto è stato sviluppato ed approvato nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico, con lo scopo di favorire lo scambio delle informazioni tra i porti dell’area adriatica e ionica, con particolare riferimento ai traffici Roll-on/roll-off, cioè navi-traghetto con modalità di carico del gommato in modo autonomo e senza ausilio di mezzi meccanici esterni ed alle linee di corto raggio (Autostrade del Mare) esistenti e future. L’Autorità portuale di Venezia è capofila del progetto che ha come l’obiettivo la realizzazione di un prototipo di ”single window” comune tra i porti interessati e, in particolare con le Autorità portuali di Igoumenitsa (Grecia) e di Ploce (Croazia), l’Istituto Universitario di Tecnologia dell’Epiro ed il Politecnico di Atene. Il budget totale a disposizione dei partner è di 2,56 milioni di euro, dei quali oltre 1 milione di euro per l’Autorità portuale di Venezia.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *