Bulgaria: nuovi provvedimenti per incoraggiare gli investimenti

Investimenti stranieri. Il governo bulgaro intende introdurre dei provvedimenti al fine di incoraggiare investimenti diretti esterni nella parte nord-occidentale del Paese, la regione di Severozapaden, che è la regione più povera dell’UE. Il Ministro delle Finanze Djankov proporrà di abbassare i criteri per l’ottenimento dello status di “investitore della classe A”. Tale status è attribuito ai grandi investitori e comporta per gli stessi una serie di benefici come un rapido espletamento dei servizi amministrativi ed agevolazioni fiscali. Nel 2010 il Governo aveva già ridotto la soglia per la concessione della classe A da 30 milioni a 20 milioni di BGN. Il Ministro delle Finanze intende ridurre tale soglia nella regione di Severozapaden a 7 milioni. La classe B sarà attribuita per investimenti pari a 4 milioni, mentre normalmente la soglia è di 10 milioni. Gli investitori saranno esentati dalle imposte se reinvestono gli utili nella regione. La regione in questione comprende i distretti di Vidin, Montana, Vratsa, Pleven e Lovech.

Settore energetico. Nell’ambito di una tavola rotonda organizzata da Confindustria Bulgaria, l’associazione delle società italiane operative in Bulgaria, le società italiane Italgen, Leitwind e Edison hanno manifestato il loro interesse a investimenti nello sviluppo del settore dell’energia rinnovabile.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *