Infrastrutture e settore meccanico in Bulgaria

La società italiana GCF Generali Costruzioni Ferroviarie S.p.a., in consorzio con le società bulgare Trace e SK 13, si è aggiudicata la gara per l’ammodernamento del tratto ferroviario che unisce l’importante centro economico di Plovdiv alla città di Burgas sul Mar Nero. Il valore dell’appalto sarà di 380 milioni di leva, pari a circa 194 milioni di euro. Una prima gara per questo tratto era stata annullata nello scorso luglio, su richiesta della Commissione Europea, per vizi di sostanza e di procedura. Numerosa è stata la partecipazione italiana, con 5 offerte di imprese singole o consorziate con aziende locali su un totale di 12 candidati.

Settore meccanico. La società italiana O.M.S. Saleri intende investire 15 milioni di euro in uno stabilimento per la produzione di valvole a sfera nella città di Vratsa sul nord-ovest della Bulgaria. Si tratta del secondo investimento della società italiana in Bulgaria.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *