Tasse comunali supplementari in Belgio

Il 1° luglio 2010 la Corte di Giustizia europea ha emanato una sentenza in relazione alla compatibilità dell’applicazione di una tassa comunale supplementare sugli interessi e sui dividendi di fonte estera con il principio della libertà di movimento di capitale affermando appunto che era contrario a tale principio.

Di conseguenza la legislazione belga dovrà essere modificata al fine di eliminare questo trattamento fiscale sfavorevole. Le persone giuridiche che sono residenti ai fini della tassazione e che hanno pagato tasse comunali sugli interessi e sui dividendi di fonte estera potranno presentare una dichiarazione per il rimborso delle imposte nei casi in cui sono state pagate ma non dovute.

Le persone fisiche residenti in Belgio sono soggette ad un’imposta forfetaria del 25% e/o del 15% in merito al reddito da dividendi e da interessi. I dividendi e gli interessi pagati da una società belga e riscossi da un intermediario belga (per esempio una banca belga) sono soggetti alla ritenuta alla fonte. In questo caso la persona fisica non ha alcun obbligo di indicare il reddito da dividendi e da interessi nella dichiarazione dei redditi. La ritenuta alla fonte è considerata la tassazione definitiva.

Nei casi in cui i dividendi o gli interessi sono pagati da un’altra fonte europea e non riscossi attraverso un intermediario belga, la ritenuta alla fonte non è effettuata e il reddito deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi. In questo caso il reddito è soggetto all’imposta sul reddito del 25% e/o del 15% ed una tassa comunale supplementare tra lo 0% ed il 9,5% è calcolata sul totale dell’imposta sul reddito.

La Corte europea ha sentenziato che l’imposizione di una tassa comunale supplementare sul reddito proveniente da investimenti stranieri costituisce un trattamento sfavorevole rispetto al reddito proveniente da investimenti belgi e questo fatto non è compatibile con il libero movimento dei capitali. La Corte europea ha respinto la posizione del Governo belga secondo cui la legislazione è giustificata per motivi di coerenza e per la natura specifica del regime fiscale belga e la necessità di garantire l’efficienza della supervisione fiscale.

Sulla base di questa decisione, le persone fisiche residenti in Belgio ai fini fiscali possono richiedere il rimborso delle tasse comunali pagati sui redditi da dividendi e interessi di fonte estera.

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *