Bulgaria: Tassa per l’innovazione e imposta sul reddito

Tassa per l’innovazione. Secondo un’idea del Ministero dell’Economia avanzata nell’ambito della proposta di legge sul Fondo Nazionale dell’Innovazione (NIF), tutte le società bulgare con più di 10 dipendenti potrebbero essere invitati presto a pagare una tassa per l’innovazione. Tale proposta riguarda un numero di circa 25.000 società bulgare.

Gli esperti del Ministero dell’Economia devono ancora decidere se la tassa dovrà essere calcolata sulla base del reddito o degli utili. Sono tuttavia previste deduzioni per imprese che fanno investimenti nella ricerca e nella tecnologia.

La proposta di legge vuole promuovere le innovazioni. La tassa sarà usata per assistere investimenti privati nell’innovazione. Gli esperti fanno presente che non si tratta di una nuova imposta perché i fondi non saranno destinati al Tesoro, ma che devono ancora essere condotte delle trattative con rappresentanti del Ministero delle Finanze.

Nel frattempo i rappresentanti delle imprese bulgare hanno manifestato supporto per il desiderio del Ministero di rafforzare l’innovazione, ma la maggior parte è contraria alla tassa perché la considera una nuova forma di imposizione.

Imposta sul reddito. Il Ministro delle Finanze ha smentito notizie secondo cui starebbe considerando la sostituzione dell’imposta forfetaria sui redditi dopo l’abbandono dell’idea dell’aumento dell’IVA. Il Ministro ha sottolineato che l’introduzione dell’imposta forfettaria è una delle storie di successo della politica economica e fiscale della Bulgaria e che non vi sono motivi per abolirla.

Il Ministro ha aggiunto che nel 2011 il Governo intende mantenere invariata l’attuale aliquota dell’IVA del 20%. Sempre secondo il Ministro, tale obiettivo è raggiungibile.

L’aliquota forfetaria del 10% fa della Bulgaria il paese dell’Unione Europea con la tassazione più bassa del reddito. Al tempo stesso la Bulgaria ha i contributi più bassi all’assicurazione sociale che insieme all’imposta del 10% la rende molto attrattiva per società, datori di lavoro e potenziali investitori.

 

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *